Si chiama doll making l’arte di far da sé una bambola.

Il doll making è un’ espressione artistica che richiede grandi capacità creative associate ad abilità manuale che coinvolge più discipline.

In questa arte esistono due diverse possibilità di esecuzione: la riproduzione e la creazione. Nel primo caso si tratta di riprodurre fedelmente le bambole antiche o moderne, pregiate o rare; nel secondo invece si crea liberamente la propria bambola usando tecniche e materiali diversi.

brunette

 

Sabrina, in arte Monnalisa, è l’ideatrice e creatrice di Monnalisa Dolls, espositrice alla 79^ Mostra Internazionale dell’Artigianato, ci racconta come è nata la sua passione:

“ Dopo 25 anni di cucito mi sono dedicata alla mia passione: creare bambole di stoffa… ho sempre amato le paper doll sin da piccolina e ho deciso di trasformale in stoffa. Nel fare bambole la fantasia è infinita e non ci si stanca mai! Se si ha una predisposizione alla creatività verso le bambole si può anche “trasformarla” in una vera e propria attività lavorativa. Occorre sempre tanta fiducia in se stessi e non arrendersi mai. Una bambola di stoffa raccoglie un’anima, l’amore di chi l’ha fatta e le mie bambole sono sempre gradite perchè molto espressive grazie a un modo tutto mio di crearle.

A me le bambole fanno sempre sognare. Sogno nel pensarle, nel realizzarle, nel vederle con l’espressione e lo stile che voglio io, nel mostrarle nelle vetrine dei negozi, negli stand, alle fiere, ai mercatini o su internet, mi da un’enorme soddisfazione e un’infinita fantasia di crearne di nuove… per me sono le mie creature….

​La bambola che ha distinto il suo lavoro fa parte di una serie tenerissima che si chiama “le coccole” e che sta personalizzando per la linea di abiti per bambini di Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis…

mina55

 

Potete trovare Monnalisa all’interno dello spazio “Centopercento” al Padiglione Spadolini Piano Terra.

Vi aspettiamo a Firenze, dal 24 aprile al 3 maggio alla Fortezza da Basso.