L’Iran, antico impero persiano, torna a Firenze alla 79^ Mostra dell’Artigianato

Una terra millenaria, teatro delle guerre  Babilonesi prima e del dominio di Alessandro Magno dopo, fino a divenire uno dei Paesi più noti del Medio Oriente.

E’ dai tempi del re Dario il Grande che l’artigianato persiano non smette di conoscere impulsi continui e sempre nuovi. Consolidandosi come una delle arti manifatturiere più affascinanti del mondo.

fiera artigianato firenze

Protagonisti assoluti i magnifici tappeti persiani, l’articolo iraniano più protetto ed esportato nel mondo. Infiniti nodi d’arte, quasi eterni, che riempiono e arricchiscono di contenuti seducenti le nostre case. Manufatti di alta qualità che attireranno il visitatore in un’esperienza sensoriale unica e irrepetibile sulle tracce dei molteplici tipi di annodazione e di disegno, a caratterizzare le varie regioni ed etnie del paese. L’arte del tappeto persiano, frutto di lunghi processi lavorativi, ci apparirà in tutta la sua bellezza, accostandoci ad una diversa filosofia di vita che premia tempi più lenti e dilatati, contro la velocità e frenesia dei nostri costumi di vita.
In mostra anche tantissime altre tipologie di lavorazioni che fanno parte dell’heritage artigianale del paese: dalle stoffe coloratissime, ai kilim, dalle ceramiche dipinte a mano e smaltate ad originalissimi oggetti in vetro soffiato. Da non perdere anche le raffinate miniature in osso, madreperla, pergamena, le scatole ed altri oggetti in legno laccati con particolari intarsi, gli splendidi gioielli in oro, argento e pietre preziose, vero tesoro dell’Iran, fra i principali esportatori di turchese ed agata.

Ai gastronauti e golosi non sfuggeranno le prelibatezze gastronomiche iraniane: datteri,  zafferano, gli aromi suadenti del the persiano ed i pistacchi, l’oro verde dell’Iran che in questi ultimi anni ha registrato un picco nell’esportazione con un 20% in più verso Europa ed Asia.

mostra artigianato firenze 2013

Un incontro obbligatorio per chi ama l’Oriente, in vista di costruire progetti per il futuro, ricordando che la presenza iraniana solo nella città di Firenze conta circa un migliaio di persone.

 

 Credits foto: Simon Norfolk