Una storia che ha inizio nel lontano Oriente e finisce nella Firenze del’700. Vi raccontiamo l’Antico Setificio Fiorentino e come l’arte della lavorazione della seta sarà protagonista della Mostra Internazionale dell’Artigianato 2013.

La seta venne introdotta in Italia intorno al 1100, probabilmente da dei missionari cattolici di ritorno da un viaggio nella lontana Cina.

In Italia la lavorazione artigianale della seta vide il suo periodo di maggior splendore durante gli anni del Rinascimento, in particolar modo nella città di Firenze.

Proprio a Firenze si trova, dal 1786, un’eccellenza italiana unico al mondo, che presenta orditoi disegnati dal grande Leonardo da Vinci: l’Antico Setificio Fiorentino.

Antico setificio fiorentino

L’idea iniziale, che dette poi vita a quello che tutt’oggi rappresenta un’eccellenza mondiale nell’arte della lavorazione della seta, nacque da un gruppo di nobili famiglie fiorentine agli inizi del ’700.

Alcuni esponenti quali i della Gherardesca, i Pucci, i Bartolozzi, i Corsini e altre, decisero infatti di riunire telai, modelli e disegni delle stoffe di loro proprietà per fondare un unico laboratorio.

Nel 1780 il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena donò alla fabbrica alcuni telai, a dimostrazione del favore che questo laboratorio si era guadagnato presso i personaggi di spicco della città grazie alla qualità dei prodotti, utilizzati soprattutto nei palazzi e corredi nuziali.

setificio fiorentino mostra dell'artigianato

Nel 1786, data simbolo per l’Antico Setificio Fiorentino, la sede venne trasferita in via Bartolini n. 4, dove si trova ancora oggi. Nel 1954 il Marchese Emilio Pucci divenne socio di maggioranza, contribuendo così a far conoscere il marchio del setificio fiorentino in tutto il mondo.

I telai a mano del ‘700 sono ancora perfettamente funzionanti, e le tessitrici dell’Antico Setificio Fiorentino si tramandano i segreti del mestiere di madre in figlia, proprio secondo la tradizione delle antiche botteghe fiorentine.

I disegni delle stoffe, considerato il loro incommensurabile valore, sono attualmente custoditi negli archivi storici.

Antico setificio fiorentino telaio

Tra i committenti dell’Antico Setificio Fiorentino spiccano arredi per il Quirinale, il Senato e Palazzo Madama, ma anche per residenze aristocratiche come il Palazzo Reale di Danimarca o le tende realizzate per alcune sale del Cremlino a Mosca.

E se non vi è mai capitato di ammirare gli arredi interni dei palazzi citati, di sicuro avrete visto le bandiere e i magnifici costumi storici del Palio di Siena, sempre ad opera del Setificio.

L’arte della seta e di altri tessuti naturali sarà una dei punti di forza della Mostra Internazionale dell’Artigianato, che anche stavolta ospiterà professionisti del settore come Claudia Corteggiani, presente all’esposizione con le sue originali linee di abbigliamento.

Un’occasione unica non solo per trovare prodotti di altissima qualità, ma anche per riscoprire una grande tradizione, partendo dalla città che ne ha visto la grande fioritura.

Credits foto: anticosetificiofiorentino.com, lifeinitaly.com