“Et eravi una montagna tutta di formaggio Parmigiano grattugiato, sopra la quale stavan genti, che niuna altra cosa facevan, che fare maccheroni e ravioli e cuocerli in brodo di capponi, e poi li gittavan quindi giù, e chi più ne pigliava, più se n’aveva

 Giovanni Boccaccio, Decamerone, 1351”

Il Parmigiano Reggiano è uno dei prodotti italiani più famosi del mondo.

Non si hanno notizie certe su quando questo formaggio sia comparso sulle tavole italiane; si narra che fosse conosciuto già al tempo dei romani, si hanno notizie precise, però, solo nel Medioevo.

Testi storici documentano come in questo periodo nelle abbazie cistercensi e benedettine della pianura padana si iniziasse a produrre Parmigiano Reggiano.

I monaci, abili agricoltori, coltivarono campi di erba medica e trifoglio con cui nutrivano le mucche da cui ottenevano un latte che rendeva il formaggio molto saporito e stagionato.

3281

Nel XII secolo iniziarono gli scambi di merci tra le varie comunità religiose dell’Italia e dell’Europa, le grandi forme di Parmigiano Reggiano, che uscivano dai vari monasteri della pianura padana, conquistarono le tavole di tutto il mondo.

Tutt’oggi la lavorazione del Parmigiano Reggiano non differisce molto da quella dei monaci benedettini e cistercensi.

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio molto versatile che si sposa con molti prodotti e rende unica ogni ricetta

Risotto alla zucca con pancetta e Parmigiano Reggiano

 

p_Risotto_alla_zucca_con_pancetta_e_Parmigiano_Reggia

Ingredienti:

300 gr di riso

150 gr di pancetta affumicata a cubetti

150 ml di vino bianco

80 gr di Parmigiano Reggiano 24 mesi

½ zucca tagliata a cubetti

1 patata tagliata a cubetti

3 cucchiai di olio extravergine

1 lt di brodo vegetale

1 cipolla

Foglie di salvia

 

Preparazione

Ungere una teglia con un filo d’olio e disporre la zucca, la patata, la pancetta e la salvia poi cuocere in forno a 200° per circa 20 minuti. In una pentola versare il restante olio e soffriggere la cipolla, poi aggiungere il riso e tostare bene. Sfumare con il vino bianco e cuocere per 10 minuti aggiungendo man mano il brodo vegetale. A questo punto, aggiungere al riso le verdure e la pancetta e terminare la cottura. Togliere dal fuoco e mantecare con il Parmigiano Reggiano. Servire ben caldo guarnendo a piacere con qualche cubetto di pancetta e foglie di salvia.

 

Alla 79^ Mostra dell’Artigianato potrete scoprire questo prodotto con l’Azienda Agricola Beghetti e al Caseificio Montardone

Fonte: www.parmigiano-reggiano.it