I sandali capresi

17.05.2015
11193287_1595678710649076_5577404514108223437_n

L’arte del sandalo caprese risale a tempi antichi.

Si narra che tali calzari furono indossati anche dall’Imperatore Tiberio, che scelse Capri come sua dimore. Le mani degli abili artigiani isolani, nel corso degli anni, hanno realizzato un design e uno stile che sono diventati inconfondibile.

La lavorazione dei sandali è rimasta invariata nel corso dei secoli.

Il sandalo è formato da più strati di suole di cuoio cuciti tra loro e mai incollati, sulle quali vengono applicati listini di vera pelle di vitello o capretto, che possono essere lavorati in vari modi. Ad ogni modello si possono aggiungere gioielli e applicazioni varie.

11215131_1595716990645248_6430933161483675570_n

Questo sandalo ha conquistato aristocratici, attori, principi, cantanti e politici. Un’icona di stile come Jackie Onassis amava indossare queste calzature; erano gli anni 60 e la sua scelta dettò la moda del tempo.

Screen-shot-2014-06-19-at-7.52.29-AM

Ancora oggi i sandali capresi sono amati dalle celebrità di tutto il mondo.

Rivisitati in chiave glamour con materiali preziosi, cristalli Swarovsky, coralli, turchesi e perle , si possono trovare ai piedi di come Julia Roberts, Gwyneth Paltrow, Elizabeth Hurley.

11193287_1595678710649076_5577404514108223437_n

Alla 79^ Mostra dell’Artigianato avete potuto ammirare questa antica arte con Dea Sandals.