Storica sede della Mostra Internazionale dell’Artigianato, la Fortezza da Basso è uno dei simboli della città di Firenze. In attesa dell’inizio della fiera, vi raccontiamo la storia di questa gigantesca struttura.

Punto di riferimento per i fiorentini e per chiunque arrivi in città, la Fortezza di San Giovanni Battista è un mirabile esempio di fortificazione rinascimentale.

Le alte mura si stagliano ancora intatte per il perimetro pentagonale, create per i Medici da Antonio da Sangallo il Giovane nel XVI secolo a scopo difensivo generale ma anche di sicurezza della famiglia da eventuali ribellioni.

A questo scopo il lato rivolto alla città è stato concepito come monumentale e imponente. Parallelamente sottoterra si sviluppa una galleria: la vera novità difensiva ideata dall’Architetto.

Fortezza firenze

Le Troniere, per sparare a raso terra, le Feritoie, per fare fuoco attraverso canali obliqui all’esterno e all’interno in caso in invasione, e i Corridoi di Contromina, una rete di corsie sotto il bastione.

La tradizione dice che esisterebbe una via di comunicazione, rimasta tuttora segreta, fino al Forte Belvedere attraverso tutto il centro della città.

Con un balzo in avanti nei secoli la Fortezza è ora il principale polo espositivo e congressuale della città, dove convivono i Quartieri Monumentali e la Polveriera, perfettamente restaurati, con i più moderni padiglioni Spadolini e Cavaniglia.

fortezza da basso padiglione spadolini

Gli appuntamenti ospitati in Fortezza scandiscono la vita di Firenze per la grandezza e l’importanza internazionale degli eventi che vi vengono organizzati.

La Fortezza ospita la Mostra dell’Artigianato fin dal 1978 e ne è la cornice ideale per la posizione facilmente raggiungibile con qualunque mezzo e perché di per sé rappresenta una grande dimostrazione di artigianato e ingegno.

Fortezza da Basso

Come ogni anno, vi aspettiamo dal 24 aprile al 3 maggio 2015 tra la bellezza di queste mura, dove potrete immaginarvi come un soldato di vedetta sui merli alla corte di Alessandro de’ Medici.

Credits foto: Wikipedia, Firenze Fiera